Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Chiudendo questo banner o cliccando su APPROVO acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di piu'

Approvo
Accedi Registrati

Accedi

01 Feb

Il packaging green. Una scelta consapevole per il tuo business

Visite: 247

Il settore del packaging si sta evolvendo, grazie alle scelte consapevoli dei consumatori, che stanno impiegando il loro potere d’acquisto per supportare brand che riflettono i loro valori e preferenze. Aumenta, infatti, il gradimento dei consumatori verso i brand ecologici, cioè quelle aziende che abbracciano pratiche commerciali ecologiste e trasparenti. Soprattuto nel campo alimentare, dove si preferisce il cartone ondulato alla plastica. Secondo Nielsen, prestigioso istituto di ricerca a livello mondiale, i consumatori di tutto il mondo stanno privilegiando sempre più gli acquisti da quei marchi che si impegnano per un cambiamento sociale e ambientale positivo. Lo studio rileva che il 66% dei consumatori sono disposti a pagare di più per prodotti sostenibili, mentre il 51% dei millennial controlla l’imballaggio per cercare i messaggi relativi alla sostenibilità del prodotto e del packaging.

Lo conferma anche un sondaggio condotto nel 2015 da YouGov, società inglese che si occupa di ricerca di mercato, che ha effettuato un test in sette Paesi europei (Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Spagna e Italia), per sondare il livello di gradimento nei confronti del packaging per alimenti e vedere come esso possa influire sulle scelte di acquisto. Il 68% degli intervistati ha dichiarato di preferire gli imballaggi green, ecosostenibli, mentre il 32% è ancora legato al vecchio modello, non più sostenibile, della plastica.

Trasparenza e autenticità

Nonostante sia spesso non considerato nella corretta prospettiva, il packaging fornisce alle imprese la migliore opportunità di connettersi con il consumatore e rafforzare il brand. Anche l’uso di loghi riconoscibili come quelli specifici per il riciclo, o PEFC oppure l’EcoLabel dell’Unione Europea, sono delle semplici, ma tuttavia potentissime, immagini che trasmettono l’endorsement di terze parti autorevoli.

Le aziende più talentuose guardano oltre il contenuto dei loro prodotti e assicurano che anche il loro packaging sia allineato con il brand e con i valori dei loro consumatori.

Il packaging legato a uno scopo

Ridurre l’impatto ambientale delle proprie linee di imballaggio può essere ottenuto in molti modi diversi. L’obiettivo comune dovrebbe tuttavia essere quello di assicurarsi che l’imballaggio corrisponda allo scopo ultimo del prodotto.

Per esempio, se un prodotto è progettato per il consumo in movimento o per la consegna di cibo a domicilio, la riduzione del peso dell’imballaggio ottenuta attraverso un minore utilizzo di materiale di imballaggio, rappresenta un modo efficace per rendere il pacchetto più sostenibile, pur corrispondendo allo scopo del prodotto. Se la priorità della sostenibilità è ridurre gli sprechi alimentari, allora una soluzione di imballaggio più robusta che protegge meglio il prodotto potrebbe essere la migliore soluzione. Oppure, se un prodotto si rivolge agli appassionati di outdoor, l’imballaggio in un contenitore compostabile potrebbe essere l’opzione più sostenibile. I brand dunque dovrebbero scegliere l’attributo di sostenibilità che meglio si adegui al proprio specifico prodotto e al suo packaging e poi comprendere come aggiustarlo e adeguarlo e farlo evolvere per rafforzarne la coerenza. Non esiste una soluzione unica per tutto.

 

 

 

Votazione Globale (0)

0 su 5 stelle

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0

Commenti

  • Nessun commento trovato